E-GOVERNMENT
freccia_menu Servizi al Cittadino
freccia_menu Servizi Alle Imprese
freccia_menu Extranet
freccia_menu WebMail
freccia_menu Risultati Elettorali
freccia_menu Customer Satisfaction
FISCALITA' LOCALE
freccia_menu Struttura e Uffici
freccia_menu I.U.C.
freccia_menu I.M.U. | New
freccia_menu TASI | New
freccia_menu T.A.R.I.
freccia_menu I.C.I.
freccia_menu T.A.R.S.U.
freccia_menu C.O.S.A.P.
freccia_menu Pubblicità e Affissioni
freccia_menu Addizionale I.R.P.E.F.
freccia_menu Links Utili
LL.PP./OO.PP.
freccia_menu Uffici
URBANISTICA
freccia_menu Ufficio Urbanistica
freccia_menu Modulistica
SUAP
freccia_menu Suap
SERVIZI DEMOGRAFICI
freccia_menu Uffici
freccia_menu Modulistica
POLITICHE SOCIALI
freccia_menu Uffici
freccia_menu Piano di Zona
 
IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.)

Dal 1° gennaio 2012 è in vigore l'Imposta Municipale Propria (IMU), la cui istituzione è stata anticipata in via sperimentale dal decreto legge n. 201/2011 "Salva Italia", convertito con modificazioni dalla legge n. 214/2011. L'IMU sostituisce l'ICI e l'IRPEF dovuta sui redditi fondiari degli immobili non locati.

Chi deve pagare l'IMU
Il proprietario di fabbricati, aree fabbricabili e terreni a qualsiasi uso destinati, compreso quelli strumentali o alla cui produzione o scambio è diretta l'attività dell'impresa, il titolare del diritto reale di usufrutto, uso, abitazione, superficie ed enfiteusi sugli stessi, il locatario nell'ambito della locazione finanziaria (leasing) ed il concessionario di beni demaniali.
A partire dal 2014 l’IMU non si paga sulle abitazioni principali, ad eccezione degli immobili di categoria A/1, A/8 ed A/9. L’IMU non è più dovuta sui fabbricati rurali strumentali.

A partire dal 2016 sono esenti da IMU i terreni agricoli posseduti e condotti da coltivatori diretti o da imprenditori agricoli professionali di cui all’art. 1 del D. Lgs. 99/2004 iscritti nella previdenza agricola.

Quanto si deve pagare
A ciascun Comune è affidata la gestione dell'imposta relativamente agli immobili ricompresi nel suo territorio. In particolare spetta all'Ente stabilire, con apposita deliberazione, le aliquote e le detrazioni da applicare per il calcolo del tributo. Dal 2013 sui soli immobili di categoria catastale D è riservato allo Stato lo 0,76% dell'imposta dovuta, mentre l'eventuale maggior aliquota deliberata dall'Ente spetta al Comune. Negli altri casi non è più prevista la riserva allo Stato di parte dell'imposta dovuta. Come l'ICI, l'IMU è calcolata sul valore degli immobili a partire dalle rendite catastali rivalutate e moltiplicate per un coefficiente moltiplicatore diverso a seconda delle categorie catastali. In generale, per i fabbricati, il valore ai fini I.M.U. è desumibile applicando le rendite catastali vigenti al 1° gennaio di ogni anno, rivalutate a norma di legge. Per le aree fabbricabili il valore è costituito da quello venale in comune commercio al 1° gennaio dell'anno di imposizione. Per i terreni è calcolato sulla base del reddito dominicale. Il tributo è dovuto per anno solare proporzionalmente alla quota ed ai mesi dell'anno nei quali si è protratto il possesso dell'immobile.

Adempimenti dei contribuenti
I contribuenti soggetti ad I.M.U. debbono provvedere al calcolo del tributo dovuto a favore del Comune (e, nel caso di fabbricati di categoria D, a favore dello Stato) nel cui territorio posseggono immobili. Il versamento del tributo deve essere effettuato utilizzando il modello F24 o, dal 1 dicembre 2012, a mezzo c/c postale n. 1008857615 (valido per tutti i Comuni d'Italia) intestato "pagamento imu". I versamenti vanno effettuati in 2 rate da pagare entro il 16 giugno ed il 16 dicembre di ogni anno.
La dichiarazione IMU deve essere presentata - nei soli casi previsti dalla normativa vigente e riportati nel modello ministeriale - entro il 30 giugno dell'anno successivo al verificarsi dell'evento da denunciare.

 
 
 
 
COMUNICAZIONE
freccia_menu Servizio Trasporto Urbano
SICUREZZA
freccia_menu Polizia Municipale
freccia_menu Protezione Civile
freccia_menu La Biblioteca
freccia_menu Politiche del lavoro provincia di Foggia
freccia_menu Formazione provincia di Foggia
freccia_menu BURP
freccia_menu Gazzetta Ufficiale
freccia_menu Leggi Regionali
freccia_menu WWF
freccia_menu Il Tavoliere
freccia_menu Provincia di Foggia
freccia_menu Telefono Azzurro
PROGETTI
freccia_menu Piano Rifiuti
freccia_menu Agenda del Turismo
freccia_menu Piano Traffico
freccia_menu Piano Urbanistico Generale
freccia_menu Servizio Civile

Comune di Lucera - Corso Garibaldi - tel: 0881.541111 - C.F.: 82000950715 - P.IVA: 00392580718
|
Copyright 2008-2013 Comune di Lucera. Diritti Riservati.
Rss Valid | W3C CSS | Spam Poison