E-GOVERNMENT
freccia_menu Servizi al Cittadino
freccia_menu Servizi Alle Imprese
freccia_menu Extranet
freccia_menu WebMail
freccia_menu Risultati Elettorali
freccia_menu Customer Satisfaction
FISCALITA' LOCALE
freccia_menu Struttura e Uffici
freccia_menu I.U.C.
freccia_menu I.M.U. | New
freccia_menu TASI | New
freccia_menu T.A.R.I.
freccia_menu I.C.I.
freccia_menu T.A.R.S.U.
freccia_menu C.O.S.A.P.
freccia_menu Pubblicità e Affissioni
freccia_menu Addizionale I.R.P.E.F.
freccia_menu Links Utili
LL.PP./OO.PP.
freccia_menu Uffici
URBANISTICA
freccia_menu Ufficio Urbanistica
freccia_menu Modulistica
SUAP
freccia_menu Suap
SERVIZI DEMOGRAFICI
freccia_menu Uffici
freccia_menu Modulistica
POLITICHE SOCIALI
freccia_menu Uffici
freccia_menu Piano di Zona
 
TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI (T.A.R.S.U.)
La tassa rifiuti è stata istituita con il D.Lgs. 15 novembre 1993, n. 507.

Chi deve pagare
Il tributo è dovuto da chi occupa o detiene locali ed aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, esistenti nelle zone del territorio comunale, ad esclusione delle aree scoperte pertinenziali o accessorie di civili abitazioni e delle aree scoperte adibite a verde. La tassa non è dovuta relativamente ai locali ed alle aree che non possono produrre rifiuti per la loro natura (impianti tecnologici, locali con altezza inferiore ad 1,5 mt., ecc…), per il particolare uso cui sono stabilmente destinati (impianti sportivi, celle frigorifere, ecc…) o perché risultano in obiettive condizioni di non utilizzabilità nel corso dell'anno (locali inagibili, vuoti e senza utenze, ecc…). Tali circostanze debbono essere puntualmente dichiarate e debitamente riscontrate dall’Ente. La tassa non è, inoltre, dovuta relativamente alle superfici con produzione di rifiuti speciali.

Quanto si deve pagare
A ciascun Comune è affidata la gestione della tassa relativamente ai locali ed alle aree ricomprese nel suo territorio. In particolare spetta all’Ente stabilire, con apposita deliberazione, le tariffe da applicare per ciascuna categoria con omogenea produzione di rifiuti.
La tassa è dovuta per anno solare, in base ad una tariffa differenziata a seconda della destinazione d’uso dei locali, secondo la seguente formula:

superficie calpestabile x tariffa al mq.
(+ il 14% a titolo di addizionali comunali e tributo provinciale)


Adempimenti dei contribuenti
I contribuenti devono dichiarare all’Ufficio Tributi nel più breve termine ogni occupazione, variazione o cessazione della occupazione di un locale o area tassabile, utilizzando l’apposito modello di denuncia predisposto. In base a quanto dichiarato, l’Ente invia ai contribuenti un avviso di pagamento con gli importi dovuti. Dall'anno d'imposta la riscossione degli importi avviene sul c/c 79924916 intestato a: Comune di Lucera servizio tesoreria TARSU.

Novità anno 2013
Nell’anno 2013 il legislatore ha inizialmente previsto la introduzione della TARES in sostituzione della TARSU. Il Comune di Lucera, in ossequio a quanto previsto dall’art. 5 comma 4 quater del DL 102 del 31 agosto 2013, nel testo convertito dalla Legge 124/2013, ha deliberato di confermare per l’anno 2013 la TARSU.

Dal 2014 la TARSU è sostituita dalla TARI.

Regolamento T.A.R.S.U.
Modulistica
   
 
 
 
 
COMUNICAZIONE
freccia_menu Servizio Trasporto Urbano
SICUREZZA
freccia_menu Polizia Municipale
freccia_menu Protezione Civile
freccia_menu La Biblioteca
freccia_menu Politiche del lavoro provincia di Foggia
freccia_menu Formazione provincia di Foggia
freccia_menu BURP
freccia_menu Gazzetta Ufficiale
freccia_menu Leggi Regionali
freccia_menu WWF
freccia_menu Il Tavoliere
freccia_menu Provincia di Foggia
freccia_menu Telefono Azzurro
PROGETTI
freccia_menu Piano Rifiuti
freccia_menu Agenda del Turismo
freccia_menu Piano Traffico
freccia_menu Piano Urbanistico Generale
freccia_menu Servizio Civile

Comune di Lucera - Corso Garibaldi - tel: 0881.541111 - C.F.: 82000950715 - P.IVA: 00392580718
|
Copyright 2008-2013 Comune di Lucera. Diritti Riservati.
Rss Valid | W3C CSS | Spam Poison